Tutto quello che riguarda i giochi online ma soprattutto War Rock!
 
IndiceRetailFamasFREERegistrarsiAccedi
Benvenuto Su WarHax!

Condividere | 
 

 Manifesto Hacker [IN LINGUA ORIGINALE + TRADUZIONE]

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KillerPr0
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 19.07.10

MessaggioOggetto: Manifesto Hacker [IN LINGUA ORIGINALE + TRADUZIONE]    Gio Lug 22, 2010 4:56 pm

TESTO ORIGINALE

Another one got caught today, it's all over the papers. «Teenager Arrested in Computer Crime Scandal», «Hacker Arrested after Bank Tampering»…

Damn kids. They're all alike.

But did you, in your three-piece psychology and 1950's technobrain, ever take a look behind the eyes of the hacker?

Did you ever wonder what made him tick, what forces shaped him, what may have molded him?

I am a hacker, enter my world… Mine is a world that begins with school… I'm smarter than most of the other kids, this

crap they teach us bores me… Damn underachiever. They're all alike.

I'm in junior high or high school. I've listened to teachers explain for the fifteenth time how to reduce a fraction.

I understand it. «No, Ms. Smith, I didn't show my work. I did it in my head…»

Damn kid. Probably copied it. They're all alike.

I made a discovery today. I found a computer. Wait a second, this is cool. It does what I want it to. If it makes a mistake, it's because I screwed it up. Not because it doesn't like me…

Or feels threatened by me…
Or thinks I'm a smart ass…
Or doesn't like teaching and shouldn't be here…

Damn kid. All he does is play games. They're all alike.


And then it happened… a door opened to a world… rushing through the phone line like heroin through an addict's veins,

an electronic pulse is sent out, a refuge from the day-to-day incompetencies is sought… a board is found.

«This is it… this is where I belong…»

I know everyone here… even if I've never met them, never talked to them, may never hear from them again…

I know you all… Damn kid. Tying up the phone line again. They're all alike…

You bet your ass we're all alike… we've been spoon-fed baby food at school when we hungered for steak… the bits of meat that

you did let slip through were pre-chewed and tasteless. We've been dominated by sadists, or ignored by the apathetic.

The few that had something to teach found us willing pupils, but those few are like drops of water in the desert.

This is our world now… the world of the electron and the switch, the beauty of the baud. We make use of a service already

existing without paying for what could be dirt-cheap if it wasn't run by profiteering gluttons, and you call us criminals.

We explore… and you call us criminals. We seek after knowledge… and you call us criminals. We exist without skin color,

without nationality, without religious bias… and you call us criminals. You build atomic bombs, you wage wars, you murder,

cheat, and lie to us and try to make us believe it's for our own good, yet we're the criminals.


Yes, I am a criminal. My crime is that of curiosity. My crime is that of judging people by what they say and think, not what

they look like. My crime is that of outsmarting you, something that you will never forgive me for.

I am a hacker, and this is my manifesto. You may stop this individual, but you can't stop us all… after all, we're all alike.


TESTO TRADOTTO


Ne e' stato arrestato un altro oggi, e' su tutti i giornali. "Ragazzo arrestato per crimine
informatico", "Hacker arrestato dopo essersi infiltrato in una banca"...
Dannati ragazzini. Sono tutti uguali. Ma avete mai, con la vostra psicologia da due soldi e il
vostro tecno-cervello da anni 50, guardato dietro agli occhi del Hacker?
Non vi siete mai chiesti cosa abbia fatto nascere la sua passione? Quale
forza lo abbia creato, cosa puo' averlo forgiato? Io sono un hacker, entrate nel mio mondo...

Il mio e' un mondo che inizia con la scuola... Sono piu' sveglio di molti altri ragazzi, quello
che ci insegnano mi annoia... Dannato sottosviluppato. Sono tutti uguali. Io sono alle Junior
High, o alla High School. Ho ascoltato gli insegnanti spiegare per quindici volte come ridurre
una frazione. L'ho capito. "No, Ms. Smith, io non mostro il mio lavoro. E' tutto nella mia
testa..."
Dannato bambino. Probabilmente lo ha copiato. Sono tutti uguali. Ho fatto una scoperta oggi. Ho
trovato un computer. Aspetta un momento, questo e' incredibile! Fa esattamente quello che
voglio.
Se commetto un errore, e' perche' io ho sbagliato, non perche' io non gli piaccio... O perche'
si senta minacciato da me... O perche' pensi che io sia un coglione... O perche' non gli piace
insegnare e vorrebbe essere da un'altra parte... Dannato bambino. Tutto quello che fa e'
giocare. Sono tutti uguali.
Poi e' successa una cosa...una porta si e' aperta su un mondo...correndo attraverso le linee
telefoniche come l'eroina nelle vene del tossicomane, un impulso elettronico e' stato spedito,
un rifugio dagli incompetenti di ogni giorno e' stato trovato, una tastiera e' stata scoperta.
"Questo e'...questo e' il luogo a cui appartengo..." Io conosco tutti qui...non ci siamo mai
incontrati, non abbiamo mai parlato faccia a faccia, non ho mai ascoltato le loro voci...pero'
conosco tutti.
Dannato bambino. Si e' allacciato nuovamente alla linea telefonica. Sono tutti uguali. Ci
potete scommettere il culo che siamo tutti uguali...noi siamo stati nutriti con cibo da bambini
alla scuola mentre bramavamo una bistecca... i pezzi di cibo che ci avete dato erano gia stati
masticati e senza sapore. Noi siamo stati dominati da sadici o ignorati dagli indifferenti. I
pochi che avevano qualcosa da insegnarci trovavano in noi volenterosi allievi, ma queste
persone sono come gocce d'acqua nel deserto. Ora e' questo il nostro mondo...il mondo
dell'elettrone e dello switch, la bellezza del baud. Noi facciamo uso di un servizio gia
esistente che non costerebbe nulla se non fosse controllato da approfittatori ingordi, e voi ci
chiamate criminali. Noi esploriamo...e ci chiamate criminali. Noi cerchiamo conoscenza...e ci
chiamate criminali. Noi esistiamo senza colore di pelle, nazionalita', credi religiosi e ci
chiamate criminali. Voi costruite bombe atomiche, finanziate guerre, uccidete, ingannate e
mentite e cercate di farci credere che lo fate per il nostro bene, e poi siamo noi i criminali.
Si, io sono un criminale. Il mio crimine e' la mia curiosita'. Il mio crimine e' quello che i
giurati pensano e sanno non quello che guardano. Il mio crimine e' quello di scovare qualche
vostro segreto, qualcosa che non vi fara' mai dimenticare il mio nome.
Io sono un hacker e questo e' il mio manifesto. Potete anche fermare me, ma non potete fermarci
tutti...dopo tutto, siamo tutti uguali.

FONTE : WEB
Tornare in alto Andare in basso
Matthew46
Grafico
Grafico


Messaggi : 94
Compleanno : 01.03.92
Data d'iscrizione : 18.07.10
Età : 24
Località : Ovunque O.O

MessaggioOggetto: Re: Manifesto Hacker [IN LINGUA ORIGINALE + TRADUZIONE]    Ven Lug 23, 2010 9:21 pm

Bellissima mi ha quasi commosso... In fondo rappresenta la vita di tutti noi haker no? io a 15 anni ho creato il mio primo keylogger... a scuola (soprattutto in matematica) ero sempre 1 passo avanti a tutti... cmq veramente bella
Tornare in alto Andare in basso
 
Manifesto Hacker [IN LINGUA ORIGINALE + TRADUZIONE]
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» C8: Il Manifesto ed il Ruggito per l'atteso ritorno del 90
» vendo katana originale
» [FIFA Manager 12] Bozza traduzione
» UNA RICHIESTA, se qualcuno gentilmente può ..
» MALARAZZA...CHISSA' DOVE COLPIRA'...AMBO SECCO 54-89 A CA (TT)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Hacking-
Andare verso: